16/06/16

Perché una sciarpa dovrebbe avere un peso maggiore di un paio di shorts?

Il turbante è sempre stato uno di quegli accessori che ho adorato da subito.
Come per tutte le cose, una mattina mi sono svegliata e ho deciso di guardare il web cosa proponeva come "Moda africana". Ricordo anche dove fossi, ero a casa dei miei, quindi si parla di almeno tre anni fa.

Ovviamente le prime immagini che sono apparse erano quelle delle modelle di Stella Jean che mi hanno fatto impazzire. Volevo vestirmi così!! Avere tutte quelle stoffe, quei colori, quegli accessori. Era una vera e propria esplosione di energia, il tutto composto da pattern e texture mischiate tra loro.
Da li poi, con calma, nacque l'idea,diverso tempo dopo, (oserei dire un paio di anni) della mia MamaAfricaCollection.

Allo stesso modo ho conosciuto le hijabi. 
Ho sempre avuto il debole per i vestiti, per la "moda", per lo stile. Si, ho stile e ne vado anche molto fiera. Sono sempre stata una curiosa e sono sempre stata costretta a dover giustificare una mia scelta. Che fosse indossare le lenti colorate bianche o rosse, che fosse andare in giro con le borse a forma di bara (evidentemente in quel periodo mi piacevano e mi piaceva andarci in giro....non posso biasimare le mie scelte di 10 anni fa)
Ovvio, sono cresciuta, sono cambiate tante cose, tante scelte, lo stile, i gusti ma ho sempre mantenuto una certa unicità. E la cosa mi rende felice. Ognuno di noi è unico e ognuno di noi lo trasmette in modo diverso. Per questo sono curiosa, perchè siamo tutti diversi, abbiamo tutti una storia da raccontare e col tempo e gli errori ho imparato che in fondo le nostre debolezze non vanno sempre giudicate in modo negativo o aggressivo. Io ero la prima ad attaccare e giudicare certi comportamenti. Ma ho imparato a mie spese che gli errori li commettiamo tutti, ci dobbiamo convivere ed essere "esseri umani" ci rende deboli...
Forse è per questo che ammiro chi ha fede, chi sa come gestire la propria spiritualità, chi prega e sa chi pregare. Soprattutto dopo la morte della mia amica del cuore ho avuto un attimo di perdizione.
E quindi torno al solito discorso di sempre: perchè cazzo dobbiamo sempre guardare male le persone che vestono in modo diverso?!

I miei stili preferiti 

Perché se sale una ragazza in metropolitana con il velo dovete guardarla come se dovesse farsi esplodere da un momento all'altro?!
Se solo la gente fosse più curiosa saprebbe. Conoscerebbe. Starebbe zitta.

A me piace indossare il turbante, adoro il hijab e quindi?!
 Ma ad oggi, anche se viviamo in una "civiltà" moderna, siamo abituati a vedere "di tutto" non siamo abituati proprio a niente. Perché nessuno riesce a guardare oltre la punta del proprio naso e nessuno è in grado di capire che oltre ad una sciarpa,oltre a dei vestiti, si nascondono delle persone. Che magari attraverso quegli abiti vogliono parlare, raccontare qualcosa...invece no. L' Islam fa schio, le ragazzine sono sottomesse, le malattie non esistono e siamo tutti Mini pony.

Nessuno ha mai pensato che un turbante lo possono indossare anche le ragazze con l'alopecia? Che magari mettere maniche lunghe o abiti larghi è per nascondere difetti?
Che qualcuno potrebbe vergognarsi delle proprie braccia, o del proprio fisico?
Che qualcuno potrebbe nascondere delle cicatrici, un difetto di nascita o una gamba finta? Non capisco proprio chi siamo noi per guardare chi ci è seduto accanto dalla testa ai piedi come fossimo migliori.

L'80% delle volte siamo costretti a dare una giustificazione delle proprie scelte. Si, è vero, sono molto affascinata dalla cultura, moda e dalle abitudini arabe.
Mi piace l'atmosfera della casa araba, dell'idea di "sorellanza" tra le ragazze.
Mi piace l'idea della loro fede. Della loro devozione. Si, forse un po' troppo. Questo fa di me un'estremista? Può essere. Vogliamo parlare di quelle ragazze che la settimana della moda di Milano vengono intervistate dando prova della loro becera ignoranza?
ALLORA VOGLIO ESSERE UN'ESTREMISTA PER TUTTA LA VITA.
Avere degli ideali, dei forti ideali, porta spesso ad essere incompresi.
Va bè, se guardate fuori dalla finestra vedrete la vastità dell'interesse che provo.
Come ho già detto nel post di ieri forse sono stufa di tutta questa ossessione per "ciò che va di moda".
I tatuaggi, i vestiti che invece di vestirti ti svestono, questa promiscuità così accentuata che risulta quasi fastidiosa.
Si, allora sto diventando proprio vecchia....perché se devo preferire tra una ragazza col velo e una 14enne con gli shorts pronta al prossimo rapporto sessuale allora musulmana tutta la vita.

Ovvio, gli estremi non portano mai a nulla, ma se fossimo tutti più consapevoli, più attenti e meno superficiali ci verremmo tutti incontro.
Ah si scusate, avete ragione, indossare gli shorts non significa necessariamente essere una zoccola, come indossare il velo non rende necessariamente una ragazza vergine, dunque la verità sta nel mezzo no?.....Ma ripeto, se fossimo veramente aperti mentalmente (da tutte le parti) il mondo sarebbe sicuramente un posto migliore....e io avrei meno rotture di palle la mattina in metro quando la gente comincia a guardarmi come fossi vestita da Sbirulino...

Nessun commento:

Posta un commento